peperoncini più piccanti
Dicembre 30, 2020

I 10 peperoncini più piccanti al mondo

By Giorgia

Il titolo per “il peperoncino più piccante” è qualcosa molto più ambito di quanto ci si possa aspettare. Ogni anno, i coltivatori di peperoncino trovano un nuovo mix di innesto, terreno e temperatura per creare peperoncini in grado di sfidarsi per il primo posto.

La concorrenza è feroce e il “calcolo della piccantezza” viene effettuato attraverso la Scala Scoville, che quantifica il potenziale picco di calore del peperoncino. Ogni peperoncino ha una gamma di piccantezza a sé, e molti nomi risuonano proprio come un avvertimento.

Varietà di peperoncino come Scorpion e Reaper sono terribilmente piccanti e, come tali, devono essere maneggiate con cura. Se hai intenzione di mandare in fiamme le tue papille gustative, indossa guanti da cucina, occhiali protettivi e fai molta attenzione durante tutto il processo di cottura.

Carolina Reaper

A partire dal 2013, questa varietà di peperoncino originaria della Carolina del Sud, ha più volte vinto il titolo di peperoncino più piccante nel Guinnes dei Primati. Con una media di 1.569.383 unità di calore Scoville, il Reaper nasce incrociando un Naga pakistano con un tipo Habanero rosso dell’isola di St Vincents, nelle Indie occidentali. Chi è riuscito ad assaporarlo giura abbia un sapore fruttato!

Trinidad Moruga Scorpion

Confrontato con un tipico peperoncino jalapeno, che si attesta su una media di circa 5.000 unità di calore Scoville, il peperoncino Trinidad Moruga Scorpion è 400 volte più piccante. Molti affermano anche che le condizioni di crescita nel New Mexico, di dove è originaria questa variante, sono perfette per la produzione di peperoncini roventi e che sarebbe difficile replicare quella piccantezza in altre condizioni di crescita.

Habanero

Anche se il classico habanero aranciato può essere reperito facilmente al supermercato, non bisogna sottovalutarne la piccantezza. Originario dell’Amazzonia, questo peperoncino è stato portato in Europa attraverso i commerci con il Messico. L’habanero è in realtà una varietà diversa della stessa specie dello Scotch Bonnet, sebbene sia usato più in Messico che nei Caraibi, dove conferisce un sentore fruttato e floreale al cibo yucatan.

Douglah

ll Douglah è caratterizzato da una pelle marrone scuro, se non addirittura viola. Questo peperoncino si avvicina in modo straziante a 2 milioni di SHU, quindi si potrebbe immaginare che il sapore sia l’ultima cosa a cui qualcuno pensa mentre giace sul pavimento, piangendo. Eppure, molti dicono che il Douglah sia tra i peperoncini più deliziosamente aromatizzati, con un fruttato corposo ineguagliato da altri del suo livello di spezie.

7 Pot Chili

Il 7 Pot Chili deve il nome alla sua presunta capacità di fornire abbastanza piccantezza per sette pentole di stufato, e con oltre un milione di SHU, siamo propensi a crederci. Non sorprende che anche questo piccolo demone provenga da Trinidad, dove i peperoncini crescono come le erbacce.

Naga Viper

Il Naga Viper è stato creato in Inghilterra dal coltivatore di peperoncini Gerald Fowler di The Chilli Pepper Company, con sede a Cark, Cumbria. È stato brevemente il “peperoncino più piccante del mondo” nel 2011 secondo il Guinness dei primati. Si tratta di un ibrido originato dal Naga Morich, dal Bhut Jolokia e dal Trinidad Scorpion.

Komodo Dragon

Coltivato dal più grande produttore di peperoncini del Regno Unito, Salvatore Genovese, risulta essere il peperoncino più piccante coltivato su scala commerciale della Gran Bretagna. Chi ha avuto il coraggio di assaggiarlo afferma che in un primo momento si è immersi in un piccante sapore fruttato, mentre dopo circa 10 secondi si è colpiti da una bruciore in tutta la bocca.

Pepper X

La Puckerbutt Pepper Company, creatrice del Carolina Reaper, ha un altro asso nella manica. Si dice che Pepper X sia il doppio più piccante del Reaper. Un livello di calore esasperante che, però, non è stato ancora verificato ufficialmente. Il tempo ci dirà se questa varietà soddisfa gli standard necessari per prendere il primo posto tra i peperoncini più piccanti del mondo.

Jalapeno

Questo peperoncino di medie dimensioni, originario del Messico, è coltivato in tutto il mondo per il suo sapore popolare e il livello di piccantezza mite, che si aggira in media intorno alle 5.000 unità di calore Scoville. È sì piccante, ma ancora tollerabile.

Dragon’s Breath

Se Carolina Reaper era già così piccante da far piangere qualsiasi persona, il “respiro del drago” rischia seriamente di essere mortale. Se questa varietà ha davvero una valutazione Scoville di 2,48 milioni, fondamentalmente non è cibo. A quanto pare, sarà previsto l’uso in un contesto medico. Gli oli del peperoncino sono così potenti che possono essere usati come anestetici.